Unità di Analisi e Modificazione del Comportamento

L intervento cognitivo-comportamentale rappresenta, a livello internazionale, uno degli approcci più riconosciuti e di dimostrata efficacia nell ambito della Evidence Based Mental Health.

NCVC

Il National Center for Victims of Crime (organizzazione no profit) da oltre 25 anni ha come mission la tutela dei diritti delle vittime di ogni crimine; forma i profiler ed organizza programmi di sensibilizzazione a favore delle vittime.

Dalla Ns più che trentennale esperienza in ambito clinico e forense nasce nel 2005 la Sezione Italiana del NCVC – una “Unità di Analisi Vittimiologica” – che si avvale della collaborazione di esperti esterni in ambito legale, medico e peritale al fine di attivare un programma di prevenzione, assistenza e supporto alle vittime di crimini ed ai loro familiari.

Aree di intervento:
a) programma di prevenzione per le potenziali vittime;
b) assistenza e supporto alle vittime di violenza economica, fisica, sessuale e atti persecutori;
c) assistenza e supporto alle vittime di “violenza domestica” (es., psicologica, gaslighting, mobbing parentale, sesso compulsivo);
d) indagine vittimologica:
– natura del reato (psicologica, economica, fisica, sessuale, domestica e atti persecutori);
– tipologia di vittima (passiva, attiva, opportunista, falsa vittima);
– indice di rischio (basso, moderato, alto, grave) per la vittima (fattori di vulnerabilità della vittima e di pericolosità soggetto violento);
– profilo psicocomportamentale aggressore familiare;
– identikit tipologico soggetto violento estraneo;
e) riduzione opportunità criminali (strategie di difesa per la vittima);
f) assistenza psicologica, medica e legale a vittime e loro familiari;
g) valutazione del danno non patrimoniale.

Tecniche di Indagine

– Psycho-Behavioural Profiling (PBP – Comprensive Victimological Assessment)